E’ stata una bella domenica di sport e di legalità quella appena conclusa a Scandicci, l’appuntamento sociale ha come tutti gli anni, un aspetto importante “Di corsa contro le mafie’ e la Passeggiata della legalità. Quest’anno anche la vendita di arance provenienti dai terreni confiscati alla mafia nei comuni siciliani, dal 2012 infatti la Città di Scandicci è impegnata nella promozione della cultura della legalità e della corresponsabilità con il progetto ‘Libera la tua terra.

Chiaramente c’è stata una parte sportiva molto importante visto che i podisti iscritti alla gara competitiva hanno dovuto impegnarsi nel velocissimo tracciato della mezza maratona di 21km e 097mt. e oltre la gara competitiva altre due manifestazioni di contorno una 10,5 km non competitiva e la passeggiata della Legalità di 5km.

Per la Polipodi presente capitanata dal nostro presidente Alessandro insieme a un nutrito gruppo di Polipodisti Marco,Tommaso, Ciro, Simone, Lorenzo, Nicoletta e Serena e all’esordiente Matteo.

Il nostro granitico Zio e Simonetta iscritti alla passeggiata.

Ma la domenica ha avuto anche un carattere Europeo con la Mia partecipazione alla Maratona di Siviglia, in una cornice di pubblico fantastica. La gara veloce ha attraversato tutta la città di Siviglia mettendo in evidenza tutti i suoi elementi artistici storici che ne fanno una delle più belle città spagnole. Ecco la mia auto intervista: Mr. Slow com’è andata la maratona di Siviglia?  raccontaci un po’…
Bhe è stata davvero una bella maratona quest’ultima da me corsa a Siviglia in una cornice di pubblico che davvero non mi aspettavo in una giornata che alla fine si è rivelata inaspettatamente calda e devo dire che la cosa mi ha spiazzato un pò.
Il tracciato molto piatto e scorrevole che ho cercato di interpretare al meglio. Sono un pò calato come prestazione nel finale, un po’ perché ho pagato lo zig-zagare iniziale (avevo 7000 persone davanti) sia il caldo al 35°km che mi ha preso proprio alla sprovvista e che non credevo sinceramente di patire, sia la preparazione non proprio perfetta, allenarsi per me nei mesi freddi non mi riesce proprio enissimo, ma a parte queste cose sono molto contento, alla soglia dei 57 (che un po’ non lo posso negare, si fanno sentire ) essere ancora lì in mezzo al gruppo capace di portare a termine una maratona oltretutto con una prestazione di tutto rispetto mi rende veramente molto contento. 

Di fabio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This